giovedì 24 giugno 2010

Dialogo, tra un uomo e un cavallo...









Uomo: Sono veramente sorpreso! Tra tutte le razze di animali che possono presentare rimostranze verso noi umani, mai mi sarei aspettato proprio un cavallo! Dopotutto, siete trattati in modo particolare, la nostra letteratura vi ha dedicato migliaia se non milioni di pagine! Molti di noi pagano fior di quattrini per mantenervi nei maneggi, per darvi da mangiare, per darvi bardature e corredi degni di re! È questo il vostro ringraziamento per tutto ciò che facciamo per voi? Ogni volta che arriviamo, mai una festa, mai un nitrito di ringraziamento: non siete certo come il cane! Anzi, spesso ci fate cadere quando vi rifiutate di saltare l'ostacolo e poi, per farvi salire sul trailer... "









Cavallo: È vero! Siamo trattati proprio in modo particolare! Dalla notte dei tempi vi abbiamo sfamato con le nostre carni, vi abbiamo riparato dal freddo con le nostre pelli, vi abbiamo portato sulla schiena per portare la guerra ai vostri simili! Quanti miei fratelli sono morti sui campi di battaglia, per assecondare la vostra follìa che chiamate guerra? Quanti miei fratelli sono morti di stenti per trascinare carri pesanti decine di volte più di loro? La vostra letteratura, potete tenervela, a noi non interessa!







Per quanto riguarda i vostri maneggi... posso dirvi che il buon Dio ci ha creati liberi, e non per essere chiusi nelle vostre gabbie per usarci qualche ora solamente! Anche il vostro cibo ve lo potete tenere... se fossimo liberi ben sapremmo procurarcelo da soli! E poi, diciamola tutta: riuscite a sofisticare il vostro di cibo, figuriamoci i vostri mangimi per noi! Le vostre bardature, a noi danno solo fastidio: con quei soldi portateci qualche volta una razione di carote in più! Ma noi ben sappiamo il perchè di quelle bardature: il vicino di box deve crepare d'invidia per la vostra sella firmata...







Noi siamo superiori, non adoriamo il Dio denaro, queste meschinità le lasciamo solo a voi umani. E poi i cani... si sa che sono i vostri leccapiedi... noi possiamo insegnare anche a voi che cosa è la dignità e l'orgoglio... e gli ostacoli? Parliamone... Troppi di voi vengono a fine settimana e, senza una carezza o una coccola, ci montate sulla schiena come fossimo una moto. Ma noi abbiamo un cuore ed anche un'anima, non saremo intelligenti come voi, ma ben vi superiamo in sensibilità! E poi se intelligenza vuol dire usare gratuitamente violenza, uccidere, fregare i propri simili... Beh, allora tenetevi anche quella! Ma parlavamo di ostacoli... sapete una cosa? Molti di noi pensano che il nostro padrone sia quello che ci cura, che ci governa... quello che voi chiamate groom... chi arriva a fine settimana e pretende, per noi è solo un prepotente: perchè ci dovremmo fidare di lui? Poi, se uno di noi si fa male, non ci pensate due volte a farci uccidere, perchè costerebbe troppo del vostro maledetto denaro curarci!






Il trailer per finire... ogni volta che ci fate salire, può esserci una fregatura, un cambiamento... io, per esempio, quando sono salito sul trailer per la prima volta, è stato quando ero puledro, e mi avete separato per sempre da mia madre... e l'ultima volta che ci sono salito? È stato perchè il mio padrone di prima aveva imparato a saltare tanto in alto, che io non riuscivo più ad accontentarlo, e quindi, come una moto che non supera una certa velocità, la si vende, e se ne compra un'altra più prestante! Dov'è il problema? Avete mai pensato alla nostra disperazione di cambiare padrone, di cambiare ambiente, di cambiare abitudini... La prossima volta che salirò sul trailer, non so quando sarà... ma so già quale sarà l'ultima; quando saremo vecchi, quando ci avrete sfruttati fino all'ultimo, ci venderete per qualche banconota ai macellai, senza risparmiarci neanche quest'ultimo oltraggio!






Ma io una cosa ve la chiedo: non siate così meschini, da raccontare in giro che ci avete regalato al contadino che ci tiene al prato e quando saliremo sulla rampa del trailer per l'ultima volta, abbiate il coraggio di guardarci negli occhi... E possiate vergognarvi in eterno! "








Nota: Questo testo, non è di mia proprietà intellettuale! L'ho trovato in rete e non era menzionato né l'autore, né la fonte. Mi è parso comunque degno di essere diffuso, soprattutto perché non amo l'antropocentrismo.

3 commenti:

rosa ha detto...

Molto bello! Un applausone!
Complimenti all'autore anonimo.
E grazie a te per averlo postato.

Una luminosa giornata.
Namastè

Mario Circello ha detto...

Buongiorno Rosa, che tempismo!

Il tuo commento è giunto solo 19 minuti dopo che l'ho pubblicato... ormai potrei definirti il mio "Angelo custode del blog"! Grazie!

Fra l'altro, il mio post su Byoblu, ha sortito un'effetto insperato... vai a leggerti il commento n°14 a questo link:

http://www.byoblu.com/post/2010/06/22/Altro-giro-altro-regalo.aspx?page=all&lang=it-IT#id_bc96c64d-a9db-43b7-8020-b77c92d2cbc4

Ciao Rosa, ti auguro una splendida giornata, e di incontrare solo belle persone!

Namastè

rosa ha detto...

Ciao Mario!
Hahaha... che visione romantica..."l'angelo custode del blog"!
Mi piace però!!!
In realtà stavo postando un copia&incolla sul mio blog e ho visto che SOM MARIO è saltato in cima alla colonna dei blog che seguo...e da buona curiosa sono passata a curiosare....
Ho letto il tuo commento al link di Byiblu...WOW mi hai addirittura menzionata...che cosa carina!
Che dire...grazie!

Di nuovo mi inchino in un profondo Namastè.

P.s Beh...una bella persona mi sembra di averla già incontrata, prima ancora di uscire di casa!
A presto!